Articoli vari‎ > ‎

IV3BCA - Come passare le vacanze estive tra Castelli ed Antiche Pievi - Prima puntata

Ciao a tutti

    In questi periodi dove l’economia è in regresso e magari non ci si può più permettere di affrontare dei periodi di vacanza lunghi magari ai tropici, perché non assaporare la possibilità di predisporre un periodo di attività in portatile dato che antenne e radio non mancano?
    Innanzitutto la passione per l’attività /p deriva dai Contest dove sia con il call della Sezione ARI di Gorizia IQ3GO/P sia con il mio l’attività in portatile è stata sempre privilegiata.
    Invito i lettori a leggere questo articolo scritto dal sottoscritto in occasione della Vittoria Del Field Day Memorial I0FLY nel 2011 http://www.fieldday.it/2011/Field%20Day%202011%20CW%20iq3go%20cw.pdf
    A prescindere da questa parentesi, l’attività estiva si preannuncia con un’attenta preparazione di base molto burocratica nei mesi invernali sia con i Manager del Diploma DCI che con i Colleghi di Busto per il Diploma delle Abbazie Italiane.
    Avere una referenza sembra una banalità per chi è dall’altra parte della radio quando passi una “New One” in realtà c’è un’attenta e severo controllo ed un lavoro di ricerca molto inteso in riferimento ad una data o altro. Espletata questa “formalità” il lavoro passa al laboratorio dove si predispongono le antenne ecc.
    Tutto ovviamente auto costruito.
    o prediligo l’utilizzo dei dipoli ½ lambda per i collegamenti europei contrariamente alle verticali ma in macchina quando esco c’è la configurazione di base composta da:
  • Radio 1) Icom IC 706MKIIG
  • Radio 2) Icom IC 746 (backup)
  • Due batterie Piombo Gel da 120 A + 1 Batteria da 80 A
  • Palo per Dipoli basato su scopa in alluminio telescopica composta da 3 elementi da 2 metri cui ho aggiunto un terzo elemento per arrivare a 8 metri da terra
  • Base di supporto sotto ruota
  • Inverter 12/220 250 kVA per l’alimentazione del PC Portatile
  • Dipolo 1 ½ lambda 40 metri
  • Dipolo 2 ½ lambda 20 metri
  • G5RV completa 80/10 metri con MFJ Versatuner II
  • Antenna canna da pesca con Balun 1:4 e radiali per i 40/20 metri
  • Dipolo trappolato 15/20/40 metri
  • Dipolo multiplo con braccia per i 20 e 40 metri con condensatori da 15 kVolt terminali pre isolatori (l’antenna che prediligo)
  • PC Portatile con BBlogger moouse due chiavette di backup senza cluster ne internet
  • Paddle della MFJ 564
  • Interfaccia modi digitali per ICOM 706 MKIIG
  • PTT con pedale e cuffie da ipermercato adattato all’impedenza d’ingresso del IC706
  • Microfoni e Cuffie di Backup e per eventuali amici in visita
  • Tavolino e Sedia
  • Scatola di attrezzi, fusibili, saldatore a Gas, nastro isolante ecc. in abbondanza
  • Corde Cordame, cime, redance, elastici fascette cartelli, Cavi RG8, RG8 mini, Due Wattmetri Rosmetri ed accessori vari (prolunghe prolunghette ecc.
  • Stili per antenna con base magnetica HF (mai usata)
  • TANTA TANTA TANTA TANTISSIMA PASSIONE
   Preciso che il tutto sta nel bagagliaio di una Punto, pertanto solo il palo attraversa l’abitacolo dal bagagliaio al sedile del passeggero. Le batterie restano in macchina pertanto si alimenta il “tavolo operatorio” con cavo di adeguata sezione e così si ricaricano anche la sera, adeguatamente protette da fusibili e da diodi di adeguato amperaggio.
    
Fatto tutto questo elenco che nasce da esperimenti portati nel corso di tanta attività e di prove reali in laboratorio post autorizzazioni e richieste si inizia l’attività. Faccio un inciso non è che uno arriva nei pressi della referenza che intende attivare senza permessi, con il cavolo, c’è anche la parte burocratica da sopperire con gli organi di Polizia.
     Ecco un permesso emesso dalla Polizia Urbana della Città cui risiedo.
    Ovviamente Licenza patente versamenti e tutto quanto serva a dimostrare che si è in regola per svolgere l’attività.
    Vi lascio immaginare ricevere la visita di Organi di Polizia Giudiziaria che vengono a chiedere cos’è questo filo di 20 metri in città HI! Tante volte una bella parola ed aver avvisato in anticipo risolve mille problemi. La pianificazione è la chiave dell’ottima riuscita delle attività in portatile dove capita talvolta di essere ospiti del proprietario del Maniero anche a cena per la felicità della famiglia che ti aspetta a casa.
    Ma veniamo agli esempi pratici che forse rendono maggior interessante al lettore la lettura di questo argomento, come ad esempio realizzare una buona antenna per l’uso portatile.
    Primo consiglio: dimenticatevi dei simmetrizzatori o dei Balun 1:1 hanno solo la possibilità di rompersi pertanto tutto ciò che si può danneggiarsi si elimina.
    I 50 Ohm su un dipolo si ottengo con i 120°. Meglio una buona base ricavata da un tagliere in Teflon usato che altro con cavo già connesso per collegare la radio
    Esempio di costruzione di una antenna ad uso portatile di tipo Canna da Pesca (occorre un Balun).
 

 

    Materiale occorrente: 1 Scatola IP 55 – 1 Connettore da pannello SO239 – 2 Boccole da pannello – Un Toroide (consigliato vivamente un Amidol T300 Rosso) – Piattina Rosso Nera da 1,5 mmq
    Se trovate Piattina Bianconera Juventina o Blu-Nera Interista l’antenna funziona lo stesso HI!
    Prima di tutto dobbiamo conoscere cosa vogliamo fare e cosa dobbiamo simmetrizzare senza necessità di accordatori.
    Una antenna verticale risuona perché ha dei radiali tagliati della giusta misura che per i nostri usi per potenze fino a 500 Watt sono più che sufficienti se tagliati lambda/quarti. Ovvero 4 radiali da circa 505 cm cadauno (lunghezza elettrica) garantiranno alla nostra Canna da Pesca una larghezza di banda da 14.150 a 14.200 con centro banda 1:1 a 14.200
    Ricordiamoci anche di un principio fondamentale di funzionamento delle antenne verticali, ovvero che il lobo di radiazione varia con l’altezza dello stilo pertanto considerando il miglior rapporto ottenibile per un’antenna portatile la configurazione a 5/8 Lambda è risultata la più confacente. Pertanto circa 9,70 metri di filo elettrico da 2,5 mmq garantiscono una buona copertura per bande multiple 40/20/15/10 metri.
    Dopo svariate prove specialmente in DX il lobo dato dalla lunghezza elettrica del semidipolo non influisce se non per il miglior rapporto S/N. Per realizzare il Balun ho optato per 19 spire su T300 rosso ed effettivamente i risultati sono ottimali. Preciso che l’antenna viene usata solo quando piove altrimenti prediligo i dipoli sempre mezz’onda.

Prima Giornata Venerdì 9 agosto 2013

    La sera di giovedì terminato il lavoro manuale di preparazione del setup anche con una mattinata passata al comando VVUU di Gorizia mando la seguente mail ai gruppi Dai e DCI come faccio sempre quando attivo:
    Vi comunico che entrato adesso in possesso del permesso da parte del Locale Comando della Polizia Municipale, Domani pomeriggio 9 agosto 2013 (tempo meteorologico permettendo HI!) dalle ore 15.00 ora locale fino al tramonto sarò attivo dalle seguenti referenze:
    Diploma dei Castelli Italiani Referenza GO017 WORLD CASTE AWARD I-04695 PALAZZO FORTIFICATO LANTIERI a Gorizia - Diploma delle Abbazie Italiane Referenza FL0226 DUOMO DI SANT'ILARIO E TAZIANO a Gorizia (New One). Confidando nella propagazione opererò con nuovo setup dai 40 ai 10 metri
    E così inizia l’avventura estiva da Gorizia: DCI GO017 Palazzo Fortificato Lantieri e FL0226 DUOMO DI SANT'ILARIO E TAZIANO.

DCI GO017 Palazzo Fortificato Lantieri (corte interna)

FL0226 DUOMO DI SANT'ILARIO E TAZIANO

    Alle 14.00 ora locale e’ arrivato il momento di tirare fuori il materiale, non c’è spazio siamo in borgo castello, c’è un cantiere già l’accesso è difficile. Prendo in affitto HI! un New Jersey come tavolino ed inizio a stendere i due dipoli 40 e 20 metri.
    Preparo il Fido IC 706 cuffie PC pedale Microfono e provo. Collego due amici in 20 metri entrambi della zona 0 uno si trova in Camper in Corsica ed uno in Germania tra di loro non si sentono quindi ottima occasione per fare quattro chiacchiere facendo da QSP. Ricevo ottimi rapporti anche diminuendo la potenza PEP a 40 Watt così oltre i 37° C di Gorizia la radio non scalda tanto, non ho portato la borsa del ghiaccio per i finali HI!



    Alle 13.05 UTC inizio le chiamate a 7.125 (mia QRG preferita) in 40 metri inizio con il mio CQ CQ CQ ed il primo che mi risponde è IK1GPG Max manager del DCI a ruota segue sua moglie Betty IK1QFM per poi concludersi la giornata con oltre 300 QSO a log. Sono visitato dalla polizia Urbana di Gorizia e da tanti turisti che frequentano il “Borgo castello”, incuriositi dai fili e dal mio continuo parlare, ho le cuffie, forse mi danno per matto.
    Alle 17.00 UTC termino perché è scaduto anche il tempo concessomi come non residente. Ricordo una cosa: una volta in occasione di una portatilità mi portai un gruppo elettrogeno. Per poco non mi denunciarono per rumori molesti. Da quel momento solo batterie.

 

 
Gorizia vista da Borgo Castello, in primo piano Palazzo Lantieri e nel Pile Up

Seconda giornata sabato 10 agosto 2013

    Si gioca in casa pronti per passare nel proprio QTH. Dopo una mattinata passata al comando della Polizia Urbana di Gradisca ed al Corpo Forestale Regionale ottengo il permesso di recarmi presso il Parco della Rotonda di Gradisca d’Isonzo pronto per uscire con quattro referenze di cui 2 new one
    Il 10 agosto le seguenti referenze:
  • DCI GO008 Torrione del Portello
  • DCI GO009 Torrione di San Giorgio
  • DAI FL0225 Duomo di San Pietro e Paolo a Gradisca (New One)
  • DAI FL0226 Chiesa di Santo Spirito a Gradisca (New One)
    Il permesso concesso mi lascia scaricare il materiale necessario e di trattenermi nel pomeriggio presso detta area dalle ore 14.00 alle ore 19.00.

 
 
 






DAI FL0226 Chiesa di Santo Spirito - DAI FL0225 Duomo di San Pietro e Paolo a Gradisca

    Arrivo puntualissimo alle 14.00 scarico tutto ed inizio a montare. Sale il dipolo dei 40 metri, quello dei 20 metri, la G5RV per effettuare collegamenti su altre bande. Nella foto seguente si vede come emerge il Torrione di San Giorgio mentre io sto operando. Ricordo che tutte le attivazioni preferisco farle da solo pertanto montare smontare tarare accordare eccetera.
    Come sempre inizio a chiamare in 40 metri verso le 13.00 UTC. Non uso cluster ne collegamenti USB il primo che mi risponde mi fa la cortesia di mettermi uno spot sul cluster, dopo le cose vanno via da sole.
    
Ricordo piacevolmente la visita di una macchina del Nucleo Operativo Radiomobile dei CC di Gradisca dove a bordo dell’equipaggio c’è un carissimo amico OM il quale ne approfitta per fare due CQ in CW in 17 con C31 (Nuovo di Banda per lui). Ritorna con un caffè un’ora dopo, rimpiangendo di non essere al posto mio all’ombra degli splendidi Ippocastani del Parco. Questo è far Radio come mi inculcò mio padre nel 1976 prima di passare SK permettendomi un QSO in CW con un OM di Cleveland in 15 metri con la Drake 4C che tutt’ora conservo con passione. Cambio banda passo in 20 ottima propagazione verso il Nord Europa e la Russia inclusa anche l’Asiatica, annoto con piacere dei QSO con alcuni paesi che mai prima d’ora avevo fatto /P con il dipolo ed in SSB. Ritorno in 40 metri e ritrovo tanti Colleghi che non erano a log nella prima attivazione. Gli chiedo di lasciarmi terminare questa e poi riapro il Log della prima. Lo posso fare non ho cambiato posizione. Alle 19.00 prima di chiudere tutto mi chiama un YC in 40 mi da 5/5 ma la posizione è proprio fantastica e le antenne si comportano a dovere. Rientro a casa soddisfatto, pronto per passare una domenica in famiglia anche se la preparazione dei log e della documentazione post 2 giornate è pesante ma lo si fa con passione.
 

 

DCI GO008 Torrione del portello e DCI GO009 Torrione di San Giorgio

Terza giornata lunedì 12 agosto 2013

    Si rincomincia, stavolta dalle Mura del Castello per attivare due new one Diploma Castelli Italiani DCI GO028 Ovvero Polveriera Veneta e FL0223 Chiesa della Madonna Addolorata. Il tempo è splendido, la temperatura è calata e per fortuna ho il permesso di accedere con la macchina e restare (CFR permesso in prima pagina). Li c’è lo spazio per stendere qu8alsiasi cosa. Ho la possibilità di avvalermi anche dell’aiuto di un gentilissimo Signore che pur passeggiando tra le mura della Fortezza Gradiscana, conserva la dimestichezza di tendere cavi. Mi diceva che era un ex marittimo ma non radiotelegrafista. Pertanto parto con il seguente setup: Dipolo 40 metri – Dipolo 20 metri – G5RV. Sfrutto incredibili punti di ancoraggio che con la fionda riesco a raggiungere per far passare le sagole.
 

 

    La propagazione è eccezionale, sarà perché arrivati alla 3° Chiesa di Gradisca d’Isonzo (ovvero quello in cui ho fatto la Prima Comunione e la Cresima) lasciando Il Battesimo a Santo Spirito ed il Matrimonio in Duomo dedicato ai Santi Pietro e Paolo… Infatti chi mi chiama in 20 metri a 14.310: 5A1AL Abubaker Alzway dalla Libia. Ovvero DL1AL. Immaginate il Pile Up sulla mia frequenza. Abbiamo fatto un bellissimo QSO mi ha confermato il QSO in CW che per me era NOB fatto la domenica in 18 CW ma non ha voluto collegare altre stazioni. Giornata da incorniciare.
 

 
DCI GO028 Polveriera Veneta a Gradisca d’Isonzo
 

 


Quarta giornata martedì 13 agosto 2013

    Sempre girovagando nell’Isontino anche se tutto programmato arrivo a Cormòns accompagnato dall’amico e Segretario della Sezione ARI di Gorizia cui appartengo IB3BQV Francesco. Arriviamo alle 15 anche se ci attendono due new one DCI GO028 Casa Forte Neuhaus e FL0227 Duomo di San Adalberto a Cormons sempre da me censite durante l’inverno. Siamo ospiti in centro storico come programmato nel giardino della ex scuola attualmente assegnata alla Misericordia della Città Stessa che ringrazio ancora.
    Stendiamo un dipolo per 40 metri ed una G5RV corta adatta ai 20 metri. Cormons si trova in una conca pertanto è necessario scegliere anche l’antenna che offre la migliore direttività ed è più performante.
 

 

    Purtroppo anche se cambiamo antenna per i 20 metri mettendo una loop triangolare i segnali sono bassi ma non è colpa nostra. Siamo aperti verso la Spagna ed il sud Italia, mentre verso est riusciamo a collegare più paesi verso sera in 40 metri che non in 20 la propagazione è proprio chiusa. Come lo sarà anche il 14. Comunque anche se non battiamo il record di QSO fatti il giorno prima a Gradisca torniamo a casa sempre con oltre 300 QSO a log. Attivazione di tutto rispetto. Non manca l’occasione di fare un po’ di CW (Francesco è un ex Radio Telegrafista di Bordo) ma le stazioni che rispondono ai nostri punti e linee sono molto poche e sempre provenienti dall’Est Europa.
 

 
DCI GO028 Casa Forte Neuhaus e FL0227 Duomo di San Adalberto

Quinta giornata mercoledì 14 agosto 2013

    Ed arrivò la pioggia ed il freddo. Mamma mia da 31 gradi a 18 gradi. Parto da casa per raggiungere GO024 Castello di Russiz Superiore, nata su un antico castello appartenuto ai conti di Gorizia fra il XII e il XIII secolo, quindi ai Thurm und Taxis e poi ad altri proprietari. Attualmente appartiene a Marco Felluga, che vi ha allestito una splendida, modernissima cantina con un centro di degustazione tra i più raffinati del Friuli. Ospite suo ma all’esterno a malincuore estendo la canna da pesca. Macchina infangata, obbrobriosa soggetta a lavaggio intenso il giorno di ferragosto. Provo i 40 metri ed un collega della zona 6 mi da un rapporto pari a 3/5. Deluso esco smonto tutto e bagnato fradicio isso il mio palo ed il dipolo multiplo 40/20. Il QRN è alto, cambio radio utilizzo il 746 che ha filtri Inrad a bordo. Migliora qualcosa ma non tanto. Improvvisamente la propagazione si apre in 40 metri e via con il pile up. E’ una riattivazione ma tanti colleghi mi collegano soddisfatti per il WCA. Approfitto per cambiarmi completamente. Poi smonto tutto e mi sposto per la seconda attivazione in programma new One FL0040 Resti della Chiesa di San Quirino a Cormons del IX Secolo.
 

 

    Ho appuntamento alle 16.30 con il Sacrestano di Cormons il quale tiene come un gioiello questo bene storico importantissimo e poco conosciuto. E’ chiuso ma sono autorizzato a trasmettere ed assieme a lui nel fango raggiungiamo questa particolarissima Chiesa. Mi anticipa con il trattore dicendomi che non si sa mai dovesse tirarmi fuori. Arrivato sul posto resto allibito.
 

 
 

 
    Ancora non credendoci di fronte a simile capolavoro decido di montare il dipolo doppio 40+40 metri. A sorpresa viene fuori il sole sono le 15.10 UTC che inizio a chiamare. Immediatamente mi rispondono tante ma tante stazioni un Pile Up ininterrotto quando ho chiesto QRX dopo un ora di CQ. Un bicchiere d’acqua e si riparte soddisfatti. C’è chi mi chiede il QSO in CW, chi mi chiede qualche lume insomma un piacere enorme. Amici che si sentono sempre che mi chiedono di attendere che vanno a chiamare un collega che non è in frequenza. Insomma un’attivazione da favola con quella propagazione corretta che copre l’intera Europa. Non ho cambiato banda rimanendo a fare CQ fino alle 17.30 UTC. Sono ritornato a casa stanco ma appagato come se fossi stato in una DX Pedition. Incominciando a rispondere alle mail che nel frattempo erano arrivate.